14/11/2017
Autotrasporti internazionali: decontribuzione autisti, emanata la circolare Inps per godere degli sgravi

L'Inps ha emanato la circolare che permette di godere degli sgravi contributivi per gli autisti impegnati in trasporti internazionali, previsti nella legge di bilancio 2016 a titolo sperimentale per un periodo di tre anni.

La circolare applicativa rende dunque operativa la misura della "decontribuzione autisti", attesa da due anni dalle imprese di autotrasporto e sollecitata a più riprese da Confartigianato Trasporti al Governo.

Le risorse pubbliche a copertura della misura sono 65,5 mln di euro per il 2016 (ridotte a 500.000 euro per il 2017 e 2018) e il contributo viene riconosciuto solo entro i limiti de minimis, come stabilito dalle legge di conversione del dl fiscale 50/2017.

La misura si applica sia alle imprese di autotrasporto merci conto terzi e in conto proprio che a quelle di trasporto persone.

L’Inps, chiarisce che l’agevolazione tiene presente l’ordine cronologico di presentazione delle istanze, a partire dal raggiungimento delle 100 giornate di trasporto internazionale da parte del singolo conducente.

La misura opera un contenimento del costo del lavoro, attraverso l'esonero contributivo dell’80% dei contributi previdenziali (esclusi premi e contributi Inail) da versare rispetto ad autisti impegnati in trasporti internazionali per almeno 100 giorni in un anno, effettuati con veicoli ai quali è applicabile il Regolamento (CE) n. 561/2006 ed equipaggiati con tachigrafo digitale.

I 100 giorni in questione vanno conteggiati già a partire dal 1° gennaio 2016 considerando anche le giornate impiegate interamente in tratte nazionali di un trasporto internazionale, nonché quelle impiegate in viaggi internazionali tra Stati diversi dall’Italia.
Lo sgravio poi potrà partire il mese successivo a quello in cui si raggiungono i 100 giorni annui richiesti e fino al periodo di paga di novembre 2018. In caso di multipresenza, cioè di ricorso a due autisti per lo stesso trasporto, dello sgravio potranno beneficiare entrambi.
La domanda per utilizzare i benefici dovrà essere presentata dall’azienda tramite procedura telematica “TRAS.INT.”, all’interno dell’applicazione “DiResCo disponibile sul sito internet Inps.
In questa domanda va indicato:

  • il lavoratore per il quale intende fruire dell’agevolazione,
  • la data in cui è stata raggiunta la condizione dei 100 giorni di trasporto internazionale,
  • l’importo della retribuzione mensile media,
  • l’aliquota contributiva datoriale applicata.

L’Iinps entro 48 ore dalla trasmissione del modulo telematico, calcolerà l’importo dell’esonero spettante e verificherà la disponibilità di risorse.Se la procedura andrà a buon fine, risponderà alla domanda autorizzando l’impresa a fruire dell’esonero che avverrà attraverso un conguaglio sulle denunce contributive.

 
hosting & web application by baitech
web design by artforart